BooM – stile di vita

Artisti di… campo!
Per il progetto fotografico in collaborazione con Fedirco Spediacci – Fotovagando, abbiamo scelto una location speciale:
il nostro terreno, il nostro regno, “la Costa” dei pirati.
Perché, vi domanderete, cosa c’entrano arte e agricoltura?

Tutto e niente.

Sono entrambi aspetti fondamentali del nostro stile di vita, “campo d’arte” se ci permettete il gioco di parole.
Lo ammettiamo, siamo un po’ sovversivi: pacifisti ed ecologisti ma soprattutto spiriti liberi.
Coltivare, almeno in parte, il proprio cibo tramite metodi rispettosi dell’ecosistema (permacultura e sinergico) ci sembra coerente e dolcemente rivoluzionario. Esattamente come piace a noi!
Inoltre, siamo abituati a  sfruttare e vivere della prestanza del proprio corpo, spesso portandolo oltre i propri limiti, è importante un’alimentazione sana e rigenerante… in fin dei conti siamo ciò che mangiamo!

Reputiamo fondamentale, per la nostra crescita di esseri umani rimanere in contatto con la terra ed i cicli naturali… ed i relativi sconvolgimenti climatici.
Qui, la riserva della BioSfera dell’Appeninno Tosco-Emiliano, abbiamo deciso di mettere le nostre radici. Un luogo incredibile in cui si mescolano diverse sotto culture italiane, lontano dall’inquinameto e dai ritmi frenetici della città.
Una zona ancora popolata dalla fauna selvatica autoctona (e non) è la pista di decollo ideale per le nostre missioni artistiche, il porto sicuro in cui rientrare e conservare e creare il materiale che utilizziamo durante le nostre esibizioni.

Altro aspetto fondamentale è lo spazio, infatti tra ulivi e piante da frutto, tra orti, magazzini e laboratori, troviamo lo spazio per allenarci e fare le prove, a nostro agio ed evitando di disturbare i vicini.

Un po di storia

La nostra storia!
Tutto ebbe inizio nel 2015, quando Dario e Gaia si incontrarono alla Convention di Giocoleria della Brianza. Accumunati da una lunga lista di interessi e dalla ricerca di uno stile di vita simile, in un attimo si trovarono a condividere le piazze, alcune date…insomma passarono la stagione estiva assieme.

A fine Settembre dello stesso anno decisero di concedersi un viaggio in Grecia, alla ricerca dei primi maestri di circo ed arte di strada di Dario.
Un gruppo aperto di Circensi, Musicisti e Fantasisti che fondarono il Sea Clown Sailing Circus, un progetto di circo in barca a vela ad impatto 0 (ecologico). Vela , uno degli interessi che accumunava i due ormai innamorati.

Funzionava così: si veleggiava di porto in porto ed una volta ormeggiati si partiva in bici, a piedi o con ogni sorta di trabiccolo, verso campi profughi e centri d’accoglienza, nelle scule ed in qualunque posto necesesitasse di un sorriso. Lo scopo? Portare allegria con degli spettacoli di Varietà, musica dal vivo, giocoleria, acrobatica e comicità.

Tra una data e l’altra, quando non si era per mare, andavamo ad esibirci in strada (buskers), bene, era proprio in questi momenti che “Capitan Fred”, il comandante della flotta, diceva a noi marinai-artisti: “Are you ready? so lets go! Ciakbum Production!” che stava a signignificare che quella sera lo spettacolo sarebbe stato improvvisato.

Le avventure continuarono, tra lunghe meravigliose traversate su mari autunnali, spazi di circo, grosse mangiate, allenamenti tra gli ulivi e spettacoli per bambini… Dopo poco più di un mese rientrammo e quell’esperienza fu così intensa che decidemmo di mantenere quel sapore gioioso che hanno le follie fatte con gli amici giusti; Così nacque il Chakbum Duo!

I rapporti con il progetto greco continuano nel tempo.

Nel 2017 la piccola compagnia si accorge però della difficoltà del nome e decide di semplificarlo in Duo Bum, così da facilitare la vita a chiunque volesse mettersi in contatto con loro. Purtroppo la coppia ancora non è soddisfatta, infatti, finalmente pronti ad aprirsi al mercato internazionale, traducendo pian piano tutto il materiale, si rendono conto di una piccola gaffe nella scrittura del nome… I Due prendono in mano il loro destino e diventano Duo BooM.

Una Barca che Vola

Una puntata delle Avventure di Capitan Darius e Brugola, gli Esploratori della Fantasia

L’importante è il viaggio… più della méta !

Spettacolo a Cerchio di Circo/Teatro di strada

Con leggerezza i due marinai esplorano il rapporto fra amicizia e giocosa competizione, coinvolgendo volontari tra il pubblico per aumentare la difficoltà.

Spettacolo di Circo/teatro di strada, poetico e allegro pensato per pubblico di tutte le età e per eterni bambini

Le tecniche di Giocoleria, Equilibrismo e Acrobatica unite alla clownerie, improvvisando con il pubblico e con qualsiasi stimolo esterno, coinvolgono i presenti portando in atmosfere che nascono dal cuore degli artisti, rendendoli protagonisti di avventure extra-ordinarie.

Naufraghi della società, nella costante accettazione del fallimento in un’avventura verso l’ignoto, i protagonisti vivono con leggerezza qualsiasi tipo di difficoltà.
Con un linguaggio semplice e sposso non verbale (quindi universale) ci conducono in un viaggio nei cieli dell’immagianazione.

Il tema dello spettacolo è l’esplorazione, più che fisica, intesa come esperienza che porta al conseguimento di un cambiamento, in una costante ricerca.

Tecniche utilizzate: clownerie e comicità, giocoleria con vari attrezzi, equilibrismo su corda,
verticalismo, acrobatica aerea, manipolazione d’oggetti, teatro fisico ed improvvisazione.